Terapia Cognitivo-Comportamentale (CBT)
terapia cognitivo comportamentale

La Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale (Cognitive-Behaviour Therapy, CBT) è attualmente considerata dalla letteratura scientifica internazionale uno dei più affidabili ed efficaci modelli per la comprensione ed il trattamento dei disturbi psicopatologici. Le origini scientifiche risalgono alla psicologia sperimentale, di cui J.B. Watson e I.P. Pavlov (inizi XX sec.) fondano la teoria del Comportamentismo. Negli anni 60, Aron Beck avvia la terapia cognitiva, che va ad affiancare il comportamentismo.

Approfondisci
Tecniche di Rilassamento

Il Training Autogeno, una delle più importanti e attuali tecniche di rilassamento, messa a punto dal medico J.H.Schultz intorno ai primi anni del XX secolo, che permette di modificare situazioni somatiche e psichiche. Training indica che si tratta di un allenamento, basato sull’apprendimento graduale di una serie di esercizi di concentrazione psichica passiva; questi, attraverso un allenamento quotidiano, portano a modificazioni spontanee del tono muscolare, della funzionalità vascolare, dell’attività cardiaca e polmonare, dell’equilibrio neurovegetativo e dello stato di coscienza.

Approfondisci
Training di Abilità Sociali

Possiamo definire l’assertività come la capacità di sapersi esprimere e comportarsi, in un contesto interpersonale, tenendo conto della realizzazione di se stessi ma nel pieno rispetto dell’altro. Il comportamento assertivo non è una via di mezzo tra passività e aggressività ma un comportamento “altro”, scelto dalla persona, per realizzare se stessa, i propri valori, sentimenti. Non esiste un comportamento che possa essere definito a priori “assertivo” in senso assoluto. La persona assertiva sa comunicare adeguatamente, attenta a se e al proprio interlocutore, al contesto in cui si trova, alle conseguenze per se e per l’altro del proprio comportamento.

Approfondisci
Prevenzione
prevenzione

È l’insieme delle azioni dirette ad impedire o a ridurre il rischio del verificarsi o del diffondersi di fatti non desiderati o dannosi. È un termine utilizzato specialmente nel linguaggio medico, psicologico, sociologico e giuridico. I tre livelli della prevenzione: PRIMARIA: comportamenti che cercano di evitare o di ridurre l’insorgenza o lo sviluppo di una patologia, puntano sul controllo dei fattori di rischio che potrebbero aumentare l’insorgenza di quella patologia. Esempio: campagne antifumo.

Approfondisci
Formazione
formzazione

Genericamente la formazione è l’insieme di attività educativo-didattiche che mirano a preparare una persona a svolgere un’attività o una professione. Nell’ambito psicologico-scientifico la formazione permette di acquisire e/o di potenziare specifiche conoscenze e abilità. È un’attività che, come dice la parola stessa, forma alla vita. Applicazioni Gli Studi Riuniti di Psicologia Applicata realizzano attività di formazione di gruppo e progetti di prevenzione basati sull’insegnamento, padronanza e potenziamento di abilità sociali e cognitivo strumentali.

Approfondisci
Consulenza Psicologica in Ambito Giuridico CTU e CTP
ctu e ctp

La consulenza psicologica in ambito giuridico rientra all’interno della psicologia giuridica, intesa come l’analisi del profilo psicologico (aspetti intellettivi, caratterologici ed attitudinali) del cittadino, in rapporto: alla propria posizione giuridica (ruolo all’interno della famiglia, della scuola, del mondo del lavoro e della società) ai procedimenti giudiziari in cui è coinvolto (per indicarne i dati comportamentali e sottoporli al vaglio dell’autorità giudiziaria incaricata del processo civile o penale).

Approfondisci