Disturbo Post-Traumatico da Stress (PTSD)

Il PTSD è un disturbo caratterizzato da un quadro sintomi psico-fisici, emotivi e comportamentali, insorti a seguito a traumi stressanti, che costituiscono una seria minaccia alla propria integrità psicologica, affettiva  o fisica, a quella di familiari e amici stretti (esposizione ad eventi dolorosi, malattia grave, incidenti, catastrofi naturali, violenze personali, incidenti, lutti, ecc.).

Come si manifesta e che conseguenze ha?

Il PTSD si manifesta attraverso: immagini e pensieri intrusivi frequenti/flashback / incubi ricorrenti che portano a rivivere la situazione traumatica; comportamenti persistenti di evitamento di circostanze associabili al trauma (persone, luoghi, attività che ricordano l’evento traumatico); Sintomi persistenti di iper-attivazione (ansia, preoccupazione, irritabilità, depressione, insonnia, difficoltà di concentrazione). Le conseguenze si sviluppano sia sul piano fisico (palpitazioni, inappetenza, disturbi del sonno, patologie legate all’abuso di alcol / droghe, usati per dimenticare la situazione traumatica) sia sulla Qualità della Vita in senso peggiorativo (perdita di controllo ed equilibrio nella vita lavorativa e relazionale).

Trattamenti

Il trattamento del PTSD contempla la possibilità dell’uso di farmaci associati alla psicoterapia. Tuttavia, i farmaci (in genere antidepressivi) da soli non risultano di norma risolutivi,  procurando invece un sollievo temporaneo dai sintomi.

La CBT porta, invece, ad una progressiva riduzione dell’ansia e degli altri segni correlati all’evento traumatico.

Le tecniche più usate sono basate sull’esposizione in immaginazione (paziente esposto al ricordo del trauma attraverso resoconti verbali e immaginativi) e in vivo (confronto graduale e controllato con situazioni ansiogene precedentemente evitate). L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Retroprocessing) è una tecnica basata su un protocollo in cui si associa ad un particolare movimento oculare il ricordo traumatico, secondo gerarchie progressive di stimoli. La Stress Inoculation Therapy riguarda forme di esposizioni graduali e diversificate agli stimoli nocivi. L’information Processing Therapy e le Social Skills Trainings consistono in programmi di apprendimenti di abilità mentali e sociali relative alla padronanza di sé. Generalmente la terapia cognitiva si concentra sulle credenze e assunzioni del paziente circa sè, gli altri e il mondo ed utilizza la tecnica della ristrutturazione cognitiva dei pensieri disfunzionali, successivamente ad un accurato assessment).